Tobias Exxel, Felix Bohnke (Edguy) [VIDEO]

Una chiacchierata piacevolissima con Toby e Felix degli Edguy qualche ora prima della loro esibizione sul palco del Gods Of Metal. Ecco quanto dichiarato!
27 giugno 2009

 

“E’ sempre un piacere suonare qui da voi in Italia, siamo carichi e sappiamo di essere amati, a gennaio abbiamo suonato in un locale tutto esaurito a Milano! Cambiamo spesso setlist quando suoniamo nei festival, non ti anticipiamo nulla, sarà una sorpresa!”“Suoneremo qualcosa dal nostro ultimo disco da studio Tinnitus Sanctus, è difficile dire a così tanti mesi di distanza dalla sua pubblicazione se è ancora tutto perfetto come appariva quando è uscito, sei mesi dopo ovviamente è più facile dire ‘avrei preferito fare questo o quello’, ma l’importante è essere soddisfatti al momento giusto del lavoro svolto, tuttora posso dire che tutto sommato siamo ancora felici di come è venuto!”

“Mi ero rotto le palle di suonare sempre a velocità assurde! Da una proposta power metal molto classica abbiamo lentamente cambiato genere incorporando anche coordinate hard rock nel nostro sound. Ora rivedremo in chiave acustica e più lenta anche canzoni come Babylon! (risate, ndr) A parte gli scherzi non c’è stato nulla di pianificato a tavolino, è stata un’evoluzione piuttosto naturale. Tutti noi pensiamo che Tinnitus Sanctus suoni un po’ più ‘serio’ rispetto a Rocket Ride, più dark e molto più rock rispetto ai nostri cd precedenti, ha molto più impatto.”

“Credo che gli Edguy siano sempre andati in crescendo anno dopo anno, passo dopo passo e poco alla volta ma non ci siamo mai fermati. Credo quindi che il momento peggiore possiamo farlo risalire a 15 anni fa circa, ai tempi del nostro primo tour! Ricordo che una volta suonammo nella parte Est della Germania…in un posto dove non dovete assolutamente andare…ed erano venuti a vederci dieci persone…nove, le ho contate mentre suonavo…e ricordo che una delle ragazze aveva davvero un alito pestilenziale, mamma mia che roba, me lo ricordo tuttora! Probabilmente il punto più alto invece della nostra carriera è proprio adesso, in alcuni festival europei suoneremo addirittura da headliner, abbiamo fatto tour negli Stati Uniti, in Cina, in Giappone, in Australia…insomma io spero proprio che ci sia la possibilità di crescere ancora di più di qui a breve, almeno prego affinché succeda!”

“Cosa abbiamo in programma? Un altro cd e molti altri concerti…anzi il prossimo cd sarà simile a quelli dei Dream Theater, abbiamo suonato metal, power metal, hard rock ora è il momento di diventare complicati…direi che faremo un thrash intricatissimo…mi sto allenando senza sosta dalle 6 alle 7 ore al giorno per essere preparato per registrare questo disco così speciale…”

“Cosa ne pensiamo di internet? Bè è fondamentale oramai per ogni band, ma è un’arma a doppio taglio che danneggia chiunque crei qualcosa, anche chi fa film viene danneggiato dal download illegale. Un gruppo come il nostro non vive di rendita ma solo del suo lavoro e come ogni band non regala gratuitamente il proprio impegno, non è mai stato gratis né negli anni sessanta né oggi. Bisogna assolutamente trovare il modo di sfruttare la rete, ti dà la possibilità di interagire e di comunicare direttamente con i tuoi fans e con gli appassionati di musica che non ti conoscono. Solo che bisogna capire che se non si mette un freno a questa situazione prima o poi non ci saranno più band che incidono dischi. Tutto sommato siamo fortunati perché i fan del metal sono molto appassionati e vogliono avere il prodotto originale, cerchiamo sempre di confezionare un buon booklet per garantire un’esperienza d’ascolto molto appagante per i fans. Bisogna far capire alla gente che scaricare musica non è così evidente come rubare un cd in negozio ma è la stessa cosa. Chiaro a volte è un modo per scoprire nuova musica, capita anche a me di ascoltare su internet uno o due pezzi ma se la band mi piace voglio avere il prodotto finito e originale.”

“Quali gruppi giovani ascoltiamo che possono diventare grandi nei prossimi anni? Oddio domanda difficile…io ascolto molto i Journey ma loro sono già strafamosi…direi i Volbeat, mi piacciono…ultimamente ho ascoltato gli Shinedown e mi son piaciuti anche loro…non so dirtene altri, ascolto un sacco di roba dai Metallica, agli Slayer agli Slipknot, ai Deep Purple…già i Metallica, questo mi pare un nome che potrebbe diventare famoso nei prossimi anni giusto, mi pare siano bravini…”

Hey ragazzi, nove anni avete suonato proprio qui a Monza, era il Gods Of Metal degli Iron Maiden, cos’è cambiato da allora, a parte il fatto che avevi i capelli più lunghi?
“Sono diventato più vecchio e ora ho i capelli più corti – pure io avevo i capelli più lunghi allora – …in realtà ora cerco di pettinarli in modo da coprire ciò che manc…no non vuoi saperlo” …no no, ho presente ciò che intendi  (risate, ndr).

 

Condividi.