Young The Giant intervista alla band

Young The Giant intervista alla band

Il loro singolo “Cough Syrup” sta spopolando nelle radio e il video relativo è uno dei più cliccati su Youtube. Stiamo parlando della band rivelazione Young The Giant, che abbiamo avuto il piacere di incontrare in occasione del mini tour italiano appena concluso. “Il successo di Cough Syrup ci ha colti di sorpresa” dichiara Sameer, voce del gruppo “è stata la prima canzone che abbiamo scritto quando abbiamo iniziato a suonare insieme,  eravamo ragazzini che stavano cominciando a muovere i primi modesti passi nel mondo della musica. In un certo senso è autobiografica perché parla di buttarsi nelle cose che ci fanno star bene, nonostante si abbia tutto il mondo contro”.

Gli Young The Giant sono attualmente in giro per il mondo in tour, esperienza del tutto nuova per loro: “è difficile scrivere quando sei in tournée. Il ritmo è frenetico: suoni, vai a dormire sul tour bus e ti svegli in un’altra città”, sostiene Jacobstiamo visitando luoghi che non avremmo mai pensato di vedere se non da turisti. Il processo di scrittura, al contrario, richiede molta più calma e riflessione, infatti ne approfittiamo quando torniamo a casa. Ci mettiamo lì tutti insieme, improvvisiamo jam sessions su una melodia e da cosa nasce cosa. In realtà saremmo già nella condizione di poter  scrivere un altro album, ma non vogliamo avere troppa fretta, né ovviamente aspettare troppo tempo. Vogliamo cogliere il momento più opportuno per farlo”. A proposito delle date italiane, la band è stata unico ospite estero nel Concerto del Primo Maggio: “Inizialmente non sapevamo che fosse una manifestazione politica, ma dopo aver capito di cosa si trattasse abbiamo fatto del nostro meglio per suonare e, al tempo stesso, far sentire il nostro appoggio a tutto il pubblico presente”.


YouTube

Nonostante il grande successo, gli Young The Giant sono rimasti coi piedi per terra. “Non nascondiamo il timore di finire come altre band, che si sono sfaldate a causa della rottura dei rapporti fra i vari componenti. Siamo amici, prima di tutto, i nostri genitori sono ancora insieme e sono il nostro punto di riferimento per  la solidità dei rapporti interpersonali, e cerchiamo di tenere sempre a mente che il rispetto reciproco è la cosa fondamentale”. Nonostante abbiano esordito da poco, siamo già convinti che sentiremo molto parlare di questa nuova, sorprendente, band.

Claudia Falzone

Condividi.