Invasione di magici gatti danzanti agli Arcimboldi

Occhi curiosi ti scrutano nella notte del Teatro degli Arcimboldi. Un raptus di vento sfreccia a fianco della tua poltrona e in un battibaleno il libro di poesie di Thomas Stearns Eliot, “Old Possums Book of Practical Cats”, si trasforma in realtà, per regalare a grandi e tanti piccini una lunga serata nella magia del musical dei musical… CATS!

Da quando nel 1981 a Londra andò in scena la prima, con le musiche di Andrew Lloyd Webber, questo spettacolo ha rapito i cuori di amanti dei gatti e non solo. Viene dipinto infatti un vero e proprio mondo a misura di gatto, dove ognuno ha la sua peculiarità. C’è la gattina bianca e dolce, quella rossa e più aggressiva, il micione tenero, il gatto un po’ leone e rock-star che fa il figo. C’è il gatto magico che scende dal cielo con una giacca luminosa  e lanciando i flash dei suoi prodigi, lasciando tutti a bocca aperta. C’è la gatta glam che viene prescelta per iniziare una nuova vita in un grado sopra elevato. Lei è Grizabella che canta il brano più famoso, “Memory”, scritto da Trevor Nunn, ispirandosi alla poesia di Eliot “Rapsodia su una notte di vento.” E a vegliare su questa tribù di gatti c’è l’anziano saggio. Uno spettacolo superlativo. A livello vocale degno di un’opera rock-lirica, con tutta la forza dei corpi sinuosi e atletici, perfettamente calati nei personaggi felini. Se ne esce coinvolti a tal punto da uscire da teatro con una sola parola a fior di labbra… Miaooo!!!

Melissa Mattiussi

 

Condividi.