Antonio Mungari: spiccare il volo dopo Amici

antonio di amici

Il vincitore del televoto è stato sicuramente lui: Antonio Mungari è stato sempre primo nella classifica di gradimento del day time di “Amici di Maria De Filippi”. E ora, a qualche settimana dalla sua uscita dal talent, punta a migliorarsi nel canto sotto l’ala protettiva di Luca Jurman, con la speranza di diventare un cantante professionista. Ci prova, nonostante le critiche!

Che effetto ti ha fatto essere stato sempre primo in classifica?
Mi ha dato la forza per andare avanti, non so se ce l’avrei fatta senza: era un sollievo rispetto alle critiche che, certo, servono, ma a volte non sembravano costruttive.

Perché piacevi così tanto al pubblico?
I miei fan dicono di amare il mio timbro e le emozioni che trasmetto. Su Facebook sono molto attivo e rispondo a tutti!

Come avevi vissuto la tua eliminazione?
Bene, il mio traguardo era arrivare al serale.

Com’era il tuo rapporto con Luca Jurman?
Da quando sono stato seguito da lui le cose si sono ribaltate: mi ha dato sicurezza e il suo metodo mi ha aiutato molto. Era il maestro che avevo sempre sognato, vedendo i risultati sugli ex allievi. Il mio mito, oltre tutto, è sempre stato Alex Baroni, che era stato seguito da Jurman.

E’ vero che non hai mai studiato canto?
Ho sempre cantato a casa mia, mio padre non voleva, però da un anno insistevo per provare con “Amici”: il 23 luglio ho compiuto 18 anni, ho promesso di non prendere debiti a scuola e i miei genitori mi hanno permesso di provarci.

Con chi hai legato di più?
Con Giorgia e Stefan.

Chi sono i tuoi favoriti?
Per il canto Annalisa. Francesca ha una buona presa del palco, mentre Antonella trasmetteva emozioni, nonostante le critiche. Peccato sia uscita. Per il ballo spero vada avanti Giulia perché era dei Bianchi.

Che progetti hai per il futuro?
Finirò la scuola da privatista e inizierò a studiare con Jurman. Spero di essere contattato da qualche casa discografica.

Chi sono i tuoi modelli?
Alex Baroni, Nek, Andrea Bocelli, Riccardo Cocciante, Stevie Wonder, Modà e Negramaro.

Da chi ti faresti scrivere una canzone?
Mi sarebbe piaciuto dai Modà, ma purtroppo l’inedito è andato a Virginio. Però sono contentissimo delle due canzoni scritte da Roberto Casalino.

Con chi duetteresti?
Nella scuola, con Antonella. Fuori, se devo sognare, con Giorgia e Laura Pausini.

Un episodio divertente nella scuola che ti è rimasto impresso?
A lezione con Jurman: mi chiamava Pinocchio perché ero rigido!

Quali sono i tuoi hobby?
Giocavo a calcio, ora mi piace stare al pc, uscire con gli amici… ma in realtà spero che tutta la mia vita ruoti attorno alla musica.

Il più bel complimento che hai ricevuto?
Quando sono uscito, gli elogi di Platinette sulla mia tenerezza e di Mara Maionchi sul fatto che ero le arrivato, che le avevo comunicato qualcosa.

Grazie ad Andrea Missaglia

Condividi.