Arnaldo Santoro, Amici e anima rnb

Amici di Maria De Filippi

Giovanissimo e vocalmente dotato, Arnaldo Santoro si è fatto notare ad “Amici di Maria De Filippi” grazie alla sua vena r’n’b, accompagnata da un’esuberanza tutta romana.
Qual è la tua formazione musicale?
Sono cresciuto ascoltando Stevie Wonder, Ella Fitzgerald, Herbie Hancock, James Brown, Prince, John Mayer, Jamiroquai. Ho studiato pianoforte e canto in un collegio musicale. Ora sto iniziando a cimentarmi con la chitarra.
Chi sono i tuoi artisti di riferimento?
Jamiroquai e John Mayer su tutti. E aggiungo anche Frank McComb.
Hai portato uno stile nuovo in quello che è l’abituale contesto di “Amici”, ma non ti ha fruttato molte stelline per il serale…
Forse il mio stile non è stato capito, oltre ad essere un genere che in Italia non vende molto.
Con chi hai legato nella scuola?
Con Andrea Vigentini, Andrea Condorelli, Giorgia e Diana.
Chi pensi vincerà?
Guardando il programma, a questo punto penso che se la giochino Annalisa e Virginio. Anche Diana poteva avere delle buone possibilità.
I momenti  belli più ad “Amici” quali sono stati?
Quando sono entrato nella scuola, quando ho fatto la sfida e quando ho cantato “Hide And Seek” in diretta.
Quali sono state le canzoni più belle che ti hanno assegnato?
“Ain’t No Sunshine” , “Hide And Seek”, “Space Cowboy”e anche “I Can Help It” di Michael Jackson.
Pensavi di meritare l’accesso al serale?
Sì! All’inizio ci sono rimasto un po’ così… poi però l’ho presa con filosofia e tranquillità: ora quello che mi interessa di più è continuare a studiare e fare musica.
Hai seguito “Amici” gli scorsi anni?
Sì, lo seguivo. Mi piacevano e mi piacciono tutt’ora Karima e Alessandra Amoroso.
Un aggettivo per…
Maria De Filippi: simpatica e molto disponibile.
Rudy Zerbi: solare.
Luca Jurman: l’ho conosciuto troppo poco per giudicarlo…
Grazia Di Michele: stupenda, la adoro!
Maria Grazia Fontana: molto seria ma anche molto buona.
Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Spero di trovare qualcuno che creda in me e mi permetta di incidere un disco. Il mio sogno è quello di vivere di musica.
Quali sono i tuoi hobby?
Oltre a studiare e fare musica, mi dedico alle solite cose: vado in palestra ed esco con gli amici.
Come nasce il soprannome “Lallo”?
Quando mia mamma mi portava in giro con il passeggino le persone mi chiedevano come mi chiamavo e io, non riuscendo a pronunciare Arnaldo, dicevo “Iaio”. Con il tempo si è trasformato in “Lallo” ed è un soprannome che credo mi porterò dietro sempre.
E’ vero che tuo nonno era un autore tv?
Si è vero. Ha fatto “Indietro Tutta” con Renzo Arbore, era lui che faceva: “Volante 1 a volante 2”.

Grazie ad Andrea Missaglia

Condividi.