Il Tantra del Cuore

 

Spogliarsi dell’Ego per donarsi all’Altro e all’Universo, semplicemente a cuore aperto, incondizionatamente

Verità, semplicità e amore per donarsi all’altro, lasciando fuori dalla porta il proprio ego, con le scarpe… Questi sono i principi su cui si fonda il lavoro proposto da Maya Swati Devi e dal suo gruppo, che a Milano ha base a Karmia, fra corsi di Tantra, Devi Dance (danza delle dee), massaggi, Yoga, Gipsy Fusion Dance e molto altro. Ha vissuto fra Londra, Hong Kong, Parigi, Tokyo, New York, India e il suo nome indiano significa “colei che ti toglie il velo dell’illusione e ti mostra la realtà. Danzatrice di danze orientali, di flamenco, conoscitrice del Tao e della numerologia, abbiamo fatto una lunga chiacchierata con Maya per saperne di più proprio sul Tantra.

Maya, descrivici il Tantra che segui e proponi.

“Il Tantra che seguo come kaulas e cerco di diffondere è ciò che ho appreso in India dal mio Maestro e deriva dal Kularnava Tantra e dalla tradizione del Tantra del nord dell’India. Inoltre attingo dagli insegnamenti di Osho, dal Taoismo e lo ZEN, dal Buddhismo e lo yoga, dall’adorazione della Dea Shakti , Kali e dal dio Shiva, da molte forme di danza e meditazione, dai rituali sciamanici, dall’ayurveda e dai principi della natura.”

Troppi pensano ancora al Tantra come ad una mera esperienza sessuale… Cosa dici a questo proposito?
“Il Tantra allena all’ascolto consapevole di sé e dell’altro, usa la sensualità come veicolo per sciogliere  le resistenze ed i condizionamenti dell’Ego per portarci all’incontro con l’Amore autentico: il nostro IO superiore e la nostra essenza. Il Tantra attiva energie che ci aiutano a sentirci connessi con l’universo e a riconoscere il corpo come il tempio sacro della realtà Divina, apre le porte del cuore e dispone all’accoglienza.”


Cosa accade durante i tuoi workshop e che prospettiva offre il Tantra?

“Non cerco di analizzare gli avvenimenti o le persone e non ho un approccio psicologico al Tantra, ma lascio vivere l’esperienza a ogni persona in libertà senza esprimere pareri o giudizi. Gli stage di Tantra sono aperti a coppie, donne e uomini pronti ad appassionarsi alla propria vita poiché il Tantra, offre una prospettiva nuova per vivere noi stessi in relazione con l’altro/a non basandosi su concetti intellettuali, su teorie o filosofie, ma sulla pura e semplice esperienza. Nel pieno rispetto  della tradizione indiana, tutti gli stage verranno proposti con un approccio sensuale e non erotico o sessuale. Tutti i corsi sono esperienziali e tutte le esperienze sono basate sul proprio sentire e sull’autenticità dell’esperienza stessa. Durante gli stage di Tantra che io propongo  nessuno è obbligato a fare ciò che non vuole poiché il proprio volere sarà rispettato e le emozioni potranno essere libere di manifestarsi senza giudizio da parte del conducente o da parte delle altre persone del gruppo. L’esperienza della crescita personale dipende solo da se stessi ed ognuno è libero di scegliere fino a che punto arrivare o spingersi oltre le proprie paure, schemi mentali o blocchi emotivi.”

Al tuo fianco c’è un team di belle anime, fondamentali per il lavoro che svolgi. Su quali principi si fonda la vostra “filosofia”?
“Sì, i miei assistenti e allievi sono formati personalmente da me e seguono lo stesso principio dell’agire secondo verità, semplicità e amore nei confronti della vita e degli individui. Nessuno di noi si presenta come Guru, guaritore o conoscitore della verità, ma ci poniamo al servizio dell’energia Divina e attraverso di essa facciamo esperienza, prima su noi stessi per poi poter donare ciò che conosciamo alle persone.”

Ed è proprio spogliandosi del proprio ego, nell’ascolto del cuore e nel riuscire a parlare attraverso di esso che risiede la via della verità e dell’amore.

http://www.mayaswatidevi.com

Melissa Mattiussi

Condividi.